La nostra Storia

Paolo Salamina

La storia dell’Aromificio Salamina è strettamente legata alla storia della Famiglia Salamina che di generazione in generazione ha portato avanti con orgoglio e dedizione una passione e una tradizione di famiglia.

Paolo Salamina nacque nel 1881, laureato in Farmacia, era un uomo di eccezionali doti e genio che considerava il lavoro come un premio, come l’unica via in cui la dignità  dell’uomo potesse espandersi, rimodellarsi e affermarsi nella più vera e sconfinata delle libertà, quella di pensare e agire.

La Farmacia, un secolo fa, era ancora un vero e proprio laboratorio chimico: le erbe, le cortecce, le foglie, le radici, i semi, etc. venivano trattati in vari modi per ricavare i loro principi attivi medicamentosi. Le materie prime, i solfati, carbonati, acidi, etc. venivano anch’essi elaborati per poter creare di volta in volta il farmaco migliore atto a lenire i dolori ed a guarire ogni sorta di male. In quell’ambiente Paolo Salamina assorbì quelle cognizioni che furono le solide basi su cui fondò il suo successivo lavoro iniziando la fabbricazione di estratti per liquidi, sciroppi e preparazioni varie.

Gaetano Salamina

Il 1905 infatti lo vide insediato nel suo primo piccolo laboratorio in via Carlo Goldoni e, dopo anni di fatiche e di durissimo lavoro, nel 1917, in corso Garibaldi.

Dal 1926 in poi il Dott. Salamina non fu più solo nel lavoro, ma ebbe al suo fianco il figlio maggiore, fresco di studi, Gaetano.

Nel 1930 l’Aromificio Paolo Salamina, maggiormente sviluppato, prese stanza e respiro negli spaziosi locali di via Galilei, mentre nel 1935 acquisì una nuova e più spaziosa sede in viale Romagna assumendo la netta forma di azienda industriale con l’introduzione di macchine e apparecchi perfezionati ad hoc.

Padre e figlio continuarono il loro proficuo connubio sino alla morte del patriarca il 13 Febbraio del 1943.

Marialuisa Salamina

Anche la sede di viale Romagna divenne a sua volta troppo angusta e insufficiente al crescente ritmo produttivo dell’impresa, nel frattempo diventata l’Aromificio Salamina, che si trasferì in via Cosimo del Fante 12, dove l’ampiezza dei locali e il chiaro intuito organizzativo del Cavaliere di Gran Croce Gaetano Salamina gettarono le premesse per una forte spinta alla crescita.

Dal 1952, il Cav. Gr. Cr. Salamina fu affiancato nella conduzione dell’azienda dalla figlia Marialuisa e nel 1963 l’Aromificio Salamina si trasferì nella sua sede attuale di via Ettore Ponti 47.

Barbara

Barbara Fogagnolo

Il Cav. Gr. Cr. Gaetano Salamina era dotato di un notevole spirito imprenditoriale e seppe valorizzare appieno l’eredità del genio paterno. Sotto la sua guida l’azienda ebbe i primi riconoscimenti nazionali, come il premio Qualità Lombardia, e internazionali, come il Golden Mercury.

Dalla scomparsa del padre nel 1983, la Sig.ra Salamina porta avanti la tradizione familiare affiancata dalla figlia Barbara Fogagnolo e istruendo la quinta generazione.